Federvini Consumo Responsabile

IL VINO

La definizione di vino è contenuta nel Reg. 1308/2013: “è vino il prodotto ottenuto esclusivamente dalla fermentazione alcolica totale o parziale di uve fresche, pigiate o no, o di mosti di uve”.

Il vino italiano è testimonial d'eccellenza della produzione agroalimentare nazionale e rappresenta di per sé un modello virtuoso fatto di rispetto della terra e passione.

La storia

La storia della viticoltura italiana risale all’anno 1000 a.C. ed è intrinsecamente legata alla storia di due popoli, i Fenici e i Greci. Furono proprio queste popolazioni che fecero del vino uno dei prodotti più commerciati del bel paese.

L’impronta del popolo ellenico nella storia del vino italiano è stata fondamentale, in quanto non solo iniziarono a sviluppare la viticoltura nei territori dell’Italia meridionale, ma contribuirono anche alla sua diffusione nelle altre aree, facendo diventare il vino un prodotto consumato anche dalle popolazioni dell’Etruria e dalle popolazioni celtiche del nord Italia.
I vari popoli cominciarono a commercializzare il vino non solo in Italia ma anche in Europa, portando il nostro paese ad essere chiamato “Enotria tellus”, “terra del vino”, grazie anche alle condizioni climatiche che favorivano la crescita delle viti.

Grazie ai romani e alle loro conquiste, la cultura del vino si diffuse in tutta Europa, diventando un prodotto versatile: veniva bevuto non solo nelle case dei ricchi ma anche tra i poveri e la classe media.
Durante il Medioevo e con le invasioni barbariche la viticoltura subì un forte declino e divenne una prerogativa dei monasteri che ne migliorarono le tecniche.
Dopo alcuni secoli in cui l’Italia perse il suo primato, nel 900 il vino tornò ad essere sempre più importante grazie all’istituzione delle prime denominazioni di origine controllata che nel corso degli anni hanno riportato il paese ai primati mondiali, rendendolo uno dei protagonisti principali delle tavole di tutto il mondo.

Il vino è un patrimonio importante del nostro paese in quanto espressione della cultura, delle tradizioni e della passione delle famiglie di produttori che si tramandano di generazione in generazione i segreti dei vigneti.

Attraverso il consumo responsabile, il vino diventa uno strumento di conoscenza, non solo dei suoi processi di produzione ma di una storia millenaria. Degustare il vino infatti, non significa solo bere, ma immergersi nei suoi profumi, nei suoi aromi, abbandonarsi a momenti di convivialità, conoscere i segreti del territorio e la magia che si sprigiona nel bicchiere.

“Il vino è uno dei maggiori segni di civiltà nel mondo.” Hernest Hemingway

Vino e calorie

Una dieta equilibrata è l'elemento chiave per uno stile di vita sano, considerata nel suo insieme e non soltanto in riferimento alle calorie.

Le calorie variano da vino a vino e la loro quantità dipenderà sia dall'alcol che dal contenuto di zucchero del vino scelto e, in misura minore, dagli acidi organici.

Se si vuole cercare di limitare l’apporto calorico, è preferibile scegliere un vino secco piuttosto che un vino dolce.
I vini secchi hanno una limitata quantità di zucchero o non ne hanno affatto, mentre i vini dolci possono avere diversi livelli zuccherini (da medio a dolce). La percentuale di alcol dipenderà dalla varietà di uva, dal clima della regione / terroir, ecc.

Si raccomanda di mantenere le porzioni a 100 ml.

CALORIE E VINO ROSSO

Il contenuto calorico di un bicchiere di vino può variare dalle 70 alle 100 kcal, in base al tipo di vino e alla sua gradazione alcolica

VINO
ROSSO
12,5% VOL

(100 ml)

kcal 10

VINO
ROSSO
13% VOL

(100 ml)

kcal 10

VINO
ROSSO
14% VOL

(100 ml)

kcal 10

CALORIE E VINO BIANCO

Il contenuto calorico di un bicchiere di vino può variare dalle 70 alle 100 kcal, in base al tipo di vino e alla sua gradazione alcolica. I vini dolci possono apportare un maggiore contenuto calorico.

VINO
BIANCO
SECCO
11,5% VOL

(100 ml)

kcal 10

VINO
BIANCO
SEMI
SECCO
13,5% VOL

(100 ml)

kcal 10

VINO
BIANCO
DOLCE
(100 ml)

kcal 10

CALORIE E VINO ROSÉ

I vini rosati possono variare da secchi e minerali a dolci e fruttati. Di solito sono un po' più “leggeri” dei vini rossi, il che significa che contengono meno alcol. Le Calorie in un bicchiere di vino rosato variano quindi a seconda del vitigno utilizzato e del livello di alcol.

VINO
ROSATO
SECCO
12,5% VOL

(100 ml)

kcal 10

CALORIE E VINO SPUMANTE

Prodotti in tutto il mondo, i vini frizzanti sono apprezzati per la loro eleganza. I vini spumanti hanno di solito un livello di alcol più basso tra l'11% e il 12,5%.

SPUMANTE
EXTRA
BRUT
12% VOL

(100 ml)

kcal 10

SPUMANTE
MEDIO 
SECCO

(100 ml)

kcal 10

CALORIE E VINO AROMATIZZATO

I vini aromatizzati come il Vermouth sono vini ottenuti da uno o più prodotti vitivinicoli che sono stati aromatizzati con radici, spezie e frutta oltre che con delle erbe. Le porzioni sono di solito più piccole di quelle dei vini fermi.

VERMOUTH
15% VOL

(100 ml)

kcal 19

VINO
AROMATIZ-
ZATO
(100 ml)

kcal 10

CALORIE E VINO LIQUOROSO

I vini fortificati/liquorosi sono fatti aggiungendo alcol prima, durante o alla fine della fermentazione alcolica. Il livello finale di alcol può raggiungere il 20% o anche oltre. Il loro gusto può variare dal secco al dolce.%.

VINI DA
DESSERT
15% VOL

(85 ml)

kcal 19

VINI DA
DESSERT
20% VOL
(85 ml)

kcal 10
Copyright © 2022 Consumo Responsabile.